Il modello giusto

Il modello giusto

Qualche giorno fa, poco prima che i negozi chiudessero di nuovo per capodanno, sono andata a provarmi dei jeans in un negozio. Non sono una che fa shopping spesso, compro praticamente solo quando davvero un capo mi serve.

Taglio un po’ la storia per arrivare al fulcro. Arrivo nel camerino, con 3 o 4 paia di pantaloni appesi al braccio. Li provo, uno ad uno. La situazione si fa sempre più deprimente, il mio sorriso scende un po’ di più ogni volta che infilo le gambe in un paio diverso.

Per un attimo mi son guardata allo specchio e ho risentito la sensazione che ho provato anni prima, quando ero in carne e ogni jeans mi stava male. Un pugno alla bocca dello stomaco. Sono uscita dal camerino rivolgendo uno sguardo rassegnato alla commessa, visibilmente dispiaciuta per aver capito che non fossero i pantaloni il problema, ma il mio corpo all’interno di essi.

Credetemi se vi dico che la versione quindicenne di me stessa ha ripreso il mio corpo da quasi ventitreenne e se n’è impossessata. Ho passato la serata a piangere, non riuscivo a liberarmi da una sensazione che non mi apparteneva più da tempo.

Era quello il problema alla fine. Perché io sto bene con me stessa, adesso. Ho imparato ad andare d’accordo con il mio involucro, non concentrandomi più su i “difetti” fisici, che sono davvero irrilevanti per la felicità della propria vita. Penso sia giusto prendersi cura del proprio corpo, quello sempre, ma senza futili paranoie.

Il giorno dopo mi reco al supermercato, e la vedo. Credetemi che quella ragazza davanti a me era una bomba. Un sedere da paura, e voglio demolire tutte le vostre chiusure, andando contro la convinzione mentale che nel 2021 ci siano tantissime parole da non dire. Quella ragazza era molto più in carne di me. Ed era una dea ai miei occhi in quel momento.

E sapete cosa? Sono rimasta incantata, sono rimasta là come un pesce lesso a pensare a quanto fosse bella, a quanto le stessero da Dio quei jeans, e a quanto fossi una grande testa di cazzo. Io, che predico bene con gli altri e razzolo male con me stessa. Io che ho passato una serata a deprimermi e giudicarmi perché quei pantaloni mi facessero le cosce grosse. Mi ha aperto gli occhi.

Voglio essere chiara, non dico che non fosse normale che fosse in carne e allo stesso tempo stupenda. Dico che io mi son fatta le seghe mentali perché avessi le cosce troppo muscolose e/o grasse, ma la riposta era ovvia:

Quel modello non era adatto alla forma del mio corpo.

E poi il mio cervello ha fatto esplodere una marea di informazioni come se fossero dei fuochi artificiali.

Le amicizie, gli amori, le relazioni in generale.

Il lavoro, lo stile di vita, il posto in cui vivi.

Ma anche più semplicemente un paio di pantaloni, una maglietta o un vestito.

Se non ti stanno bene queste cose, se ti trovi a disagio, se ti fanno sentire inadeguato… Il problema NON SEI TU.

È il modello, l’amico, il lavoro, l’ambiente… che non fa per te.

E la soluzione è semplice… CAMBIALI.

Allontanati dalle persone che sembrano annoiate quando parli, allontanati da un lavoro che ti fa tornare a casa frustrato, allontanati dagli amori che non sono realmente fatti d’amore. Da tutte le situazioni che ti fanno sentire come se fossi tu quello che non va bene. Tu vai benissimo per il posto in cui sei felice di stare. Tu sei PERFETTO per chi ti sa apprezzare. Sei PERFETTO per il lavoro che ti soddisfa e che ami fare.

E per quanto tu sia convinto che sia quasi impossibile trovarlo… sappi che i tuoi pensieri creano il tuo futuro. Tu puoi arrivare a tutti gli obiettivi che ti poni, se ne sei convinto.

E quindi per questo 2021 vi auguro con tutto il mio cuore di scremare il peso delle connessioni tossiche che vi tengono ancorati per terra e non vi lasciano volare in alto.

Vi mando un abbraccio, che almeno qui, via parole, posso darvelo bello forte!🥰

Buon 2021, Nichi🌻💛

 

4 Replies to “Il modello giusto”

  1. Il tuo corpo è meraviglioso come quello della tua mamma, solo tu lo vedi imperfetto… hai le forme da donna, te lo dice una zia mingherlina che piangeva come te quando usciva a comprare un paio di jeans, la mia soluzione l’ho trovata 🤪 comprare le taglie da bambini… cerca di vedere quello che vedono gli altri, una bellissima donna ❤️❤️

    1. Grazie mille zia🥺 Molte volte confido in quello, che se son simile a mamma non posso essere malaccio per forza😅❤️

  2. …e se qualche volta capita che mi annoio quando mi dici qualcosa che fai? Ti allontani e mi cambi? 😜
    P.S. Sei bellissima amore mio…❤️

Rispondi a Barbara Annulla risposta