I Trasformatori Segreti

I Trasformatori Segreti

Non so se ne avete mai sentito parlare, li citano in diversi libri sulla legge di attrazione.

Si tratta di piccole cose che possono cambiarti la giornata, magari se sei un po’ giù o non riesci a sentirti felice.

Proverò a spiegarvi in poche parole i pilastri di questa grande architrave:

Senza andare molto lontano, anche solo gli effetti di un sorriso sono immensi. Innanzitutto è una grande fonte di relax, che a sua volta permette al sistema immunitario di reagire più velocemente rispetto al normale. Al miglior funzionamento, quindi, corrispondono meno possibilità di ammalarci.

Sorridere inoltre rilascia una grande quantità di endorfine.

Ci sono varie alternative naturali per rilasciarle, e molte di queste possono essere utilizzate come Trasformatori Segreti: mangiare il proprio cibo preferito, baciare o abbracciare le persone a cui si tiene… vengono quindi irradiate fuori dal nostro corpo ogni volta in cui si prova una sensazione di benessere. Da poco ho visto un video in cui questo ragazzo spingeva la gente a fare due cose in particolare: sorridere e concentrarsi sul proprio respiro.

Avantieri ho avuto uno di quei momenti un po’ destabilizzanti di cui vi ho parlato nell’articolo “Sii gentile, sempre.” e contro tutta l’inarrestabile tristezza e l’incombente malumore, ho sorriso. Ero a letto sotto le lenzuola, rannicchiata, e ho sorriso profondamente, come se mi fosse capitata la cosa più bella del mondo… Bene, vi posso giurare che è sparito tutto in un battito di ciglia… il sonno è tornato e mi sono svegliata la mattina dopo con un umore totalmente diverso da quello che sarebbe stato se avessi evitato quel semplice gesto.

La veritá è che abbiamo tutti i mezzi per stare bene, già impiantati nel nostro corpo, ma non sfruttiamo mai questa grande opportunità.

Sorriso a parte, che a parer mio è primo in classifica, ci sono diversi modi per stare meglio con poco:

Io ad esempio ho un album sulla galleria del telefono (che ho chiamato appunto Trasformatori Segreti), in cui custodisco tutte le foto o i video che mi ricordano qualcosa di particolarmente divertente, un ricordo felice o molto piacevole… scampagnate, campeggi in cui inneggiavano le risate, video di amici che inciampano in maniera bizzarra, meme… insomma, cose che possono farti cambiare espressione in qualche secondo. Provateci, scrollate la vostra galleria di foto e video e raccogliete le cose più felici e divertenti in un singolo album, funziona!

Come l’album di immagini, può essere importante anche un album di canzoni, una Playlist mirata su musica che ti fa scatenare, sorridere, ballare, avere voglia di vivere.

Un altro modo per ritrovare la serenità, è concentrarsi su quello che si ama fare, a 360°, cosicché la nostra mente sia assolta al 100% su una cosa precisa e schermi fuori da noi stessi la tristezza, come nel mio caso può essere l’arte o la scrittura. Camminare sul prato, stringere una manciata di sabbia tra le mani, ascoltare il suono del vento che ti accarezza i capelli (o la pelata), annusare un fiore o sentire le fusa di un gatto, ma anche percepire la negatività che può arrivare da un’offesa o da un momento un po’ così, cercando di osservarla con distacco, essendo consapevoli di essere solo lo specchio della rabbia di chi ci sta davanti. Tutte sensazioni su cui possiamo concentrarci che ci permettono di goderci il momento così com’è.

Mi sto dedicando a quest’articolo da diversi giorni, e non tanto perchè mi manchi l’ispirazione, quanto per il fatto di dare il tempo alla mia vita di farmi notare giorno per giorno le cose che mi fanno stare davvero bene.

A Bologna per esempio, mi sentivo una supereroina quando cedevo il posto agli anziani sull’autobus, e i loro ringraziamenti, i loro sorrisi, mi riempivano il cuore di gioia.

Quando andavo ancora a scuola guida, invece, mi arrabbiavo sempre con Mario, che sosteneva che i pedoni non dovessero ringraziare nel momento in cui li facevi passare sulle strisce, poichè era un loro diritto… e non so se ne siete al corrente, ma l’Italia è uno dei pochi paesi in cui ringraziano quando si attraversa. Io personalmente faccio passare tutti cercando di sorridere nel migliore dei modi, e quando ricambiano soddisfatti, sento una scarica di energia e mi sento felice (la mia migliore amica mi sfotte per questo), e quando non ringraziano, trattengo tra me e me l’impulso di mandarli a cagare, ma sempre con gentilezza.

Essere utile a qualcuno mi fa stare bene per tutta la giornata, e non lo dico per vantarmene, ma perchè quando me lo fanno notare, la mia autostima si alza un po’ di più.

Mi rendo conto, giorno per giorno, che il mio vero nutrimento vitale, la mia dieta psicologica, si basa proprio sul fatto di sentirmi una bella persona, per aver causato un sorriso a qualcuno, e con esso quindi, un rilascio di vita pura.

Detto questo, buona giornata a tutti❤️

2 Replies to “I Trasformatori Segreti”

Rispondi a nicolcosta Annulla risposta