Le 10 cose che adoreresti a Malta

Le 10 cose che adoreresti a Malta

Tra le spiagge dorate, il mare cristallino e l’architettura che racchiude l’antica storia dell’isola, Malta vi sorprenderà senza dubbio, così come ha fatto con me.

Oggi vi farò una lista, senza un ordine preciso, delle cose che ho preferito nei miei due viaggi nell’arcipelago, nel totale di 20 giorni di permanenza. Ovviamente avrete la possibilità di visitarle anche in molto meno tempo, potete stare tranquilli!

1. La Valletta

La capitale di Malta, anche chiamata “Città-Fortezza” per la serie di bastioni che la protegge, è caratterizzata dalla sua incantevole architettura, che racchiude i suoi 7.000 anni di storia. Camminando tra le viuzze del centro storico, intuirete il motivo per il quale questa cittadina è stata dichiarata patrimonio mondiale dell’Umanità dall’UNESCO.

Si parla di un insieme di luoghi di interesse per tutti i generi di turista: La Valletta è un centro pulsante che offre palazzi, musei, chiese e anche un’interessante vita notturna.

Non solo verrete incantati dagli antichi palazzi nobiliari e da i monumenti nascosti ad ogni angolo, ma avrete anche la possibilità di restare affascinati da opere importanti dentro luoghi ancor più favolosi, come le ben due opere di Caravaggio racchiuse nella Cattedrale di St.John.

Ora mi rivolgo ai viaggiatori con la sindrome dello shopping: Non temete! Ce n’è anche per voi! La Republic Street è il cuore pulsante del commercio de La Valletta: è la via principale della città, e offre negozi e boutique con i migliori marchi internazionali, ristoranti o fast food che già sicuramente conoscete e molto altro. Non preoccupatevi, i commercianti di Valletta saranno lieti di accettare il vostro denaro.

2. Upper Barrakka Gardens

Mantenendoci ancora dentro il discorso de La Valletta, gli Upper Baracca Gardens, sono dei giardini curati, fioriti e silenziosi da cui ammirare il panorama sul porto maltese e sulle Tre Città: Senglea, Vittoriosa e Cospicua.

I giardini si trovano nella parte più alta del bastione di San Pietro e Paolo, al livello inferiore invece, si trova la “Saluting Battery”, una batteria di cannoni che ogni giorno spara a salve alle 12:00 e al tramonto. Okay, lo ammetto: la prima volta in cui sono stata a Malta per due settimane, ero terrorizzata da questi spari che si ripetavano ogni giorno. Queste cannonate parevano alle mie orecchie, sempre come botti partiti da poche centinaia di metri da me, e per questo mi spaventavano alquanto. Solo la seconda volta in cui son stata sull’arcipelago ho avuto la conferma da un cittadino locale, che fossero un rituale maltese vero e proprio.

I giardini erano stati creati a scopo ricreativo per i Cavalieri Ospitalieri Italiani, ma dopo la fine dell’occupazione francese, furono aperti al pubblico.

Imperdibili non solo per la vista, ma anche se volete rilassarvi qualche minuto in una panchina ombreggiata dagli alberi.

3. Marsaxlokk

Soprattutto se siete dei fotografi, non potete assolutamente perdervi la bellezza dei colori del villaggio di Marsaxlokk.

Chiamato in italiano “Marsa Scirocco”, questo era, ed è tutt’oggi, un villaggio di pescatori, situato nella zona sud-est di Malta. Proprio per la sua posizione rispetto all’isola, il nome significa “Porto dello Scirocco”.

La baia offre un grande numero di ristoranti e locali, e credetemi, non c’è cosa più bella di mangiare o bere qualcosa davanti a quel panorama colorato.

Insomma, davvero un posto da cartolina.

4. St. Peter’s Pool

Questa è stata una delle cose che ho preferito sull’isola di Malta! Poco distante dal villaggio di Marsaxlokk, ma non molto semplice da raggiungere. La piscina naturale di St.Peter vi accoglierà a rocce aperte, e se siete degli amanti dei tuffi (da varie altezze secondo il vostro grado di coraggio), è proprio il posto che fa per voi.

Si può raggiungere sia via “Luzzu” (la barchetta tipica maltese) da Marsaxlokk, pagando 10€ a persona (a/r), oppure come abbiamo preferito noi un po’ più avventurosi, attraverso due km di strada difficile e con un percorso abbastanza stretto. Una volta arrivati però, è un paradiso, e ne sarà valsa dunque la pena!

Mi raccomando non dimenticatevi la crema solare, St. Peter’s Pool scarseggia di posti all’ombra, e la roccia chiara rifletterà il sole su di voi.

Quel posto mi è rimasto impresso soprattutto per la grande famiglia di sconosciuti da tutto il mondo che si era formata durante quella giornata. Una ragazza, salita su un muro di roccia per tuffarsi, è rimasta ore e ore ferma e indecisa sul da farsi, cercando di raccogliere coraggio per lanciarsi in questa sfida. Di volta in volta però, le persone le passavano davanti, inizialmente convinti di incoraggiarla, arrendendosi dopo svariate prove inutili.

A tarda serata, lei era ancora lì, e ormai tutti si erano accorti della difficoltà. Al che la sua famiglia ha iniziato il conto alla rovescia per darle man forte, e così piano piano, in lingua inglese per generalizzare, noi e almeno un altro centinaio di persone simultaneamente, abbiamo dato forza alla ragazza, facendola finalmente tuffare.

Un grande applauso ha concluso felicemente la giornata di tutti i presenti.

Replico, andateci, punto.

5. Blue Lagoon a Comino

Situata tra Malta e Gozo, Comino è la più piccola isola dell’arcipelago, con una superficie di 3,5 km quadrati e ben 4 abitanti ufficiali.

Nonostante le dimensioni e la carneficina di persone che vi si forma nei periodi di alta stagione, la Blue Lagoon, l’attrazione principale dell’isolotto, è considerata al 100% un paradiso.

Fidatevi di me, i colori di una piscina artificiale sono niente rispetto a quelli dell’acqua di smeraldo di questo posto meraviglioso.

La laguna è composta da due spiagge: quella principale dotata di lettini, ombrelloni e chioschi ben forniti, l’altra invece, Cominotto, una piccola isoletta facilmente raggiungibile a nuoto, ovviamente sprovvista delle cose che ho elencato precedentemente, ma forse proprio per questo motivo, la più tranquilla.

6. The silent city (Mdina)

La città di Mdina, era l’antica capitale di Malta, e contiene nelle sue mura, almeno 4.000 anni di storia.

Il motivo per cui mi ha affascinata di più, è spiegato anche dal distinto nome con cui viene chiamata: The Silent City.

La prima volta in cui ci son stata, con la mia mamma per amica, sembrava che avessero messo in muto il mondo intero, o che fossi diventata sorda improvvisamente.

Invece no, quel meraviglioso luogo, nonostante il gran numero di persone che vi ci abitano e che lo stesse visitando in quel momento, era in completa pace e armonia, forse anche per il fatto che fosse costellata in tutte le sue viuzze, da semplici cartelli che mimavano il gesto del silenzio.

La seconda esperienza nella Mdina invece, qualche anno dopo, non fu altrettanto pacifica. Quel giorno trovammo un alveare di turisti rumorosi e irrispettosi che spezzarono la magia che volevo tanto mostrare al mio compagno di viaggio.

Il turismo in questo luogo però, è anche dato al fandom di Game of Thrones, affascinato dal vedere la vera e propria entrata di Approdo del Re. Oltre a questo luogo e a tanti altri, volevo portare alla memoria la Azure Window, un arco di roccia calcarea situata a Gozo, davanti al quale è stato girato il matrimonio di Khal Drogo e Daenerys, che purtroppo non si può più ammirare poiché crollato.

Perdermi in quel reticolo di viuzze, in entrambi i casi in cui ci son stata, è stata una sensazione che mi terrò gelosamente stretta sotto forma di ricordo per la vita intera.

7. Baia di St. Julian’s e Paceville

St. Julian’s, conosciuta anche come San Giuliano o San Giljan, è una graziosa cittadina situata lungo la costa nord di Malta, a circa 20 minuti dalla capitale. Questa località è divenuta famosa nello scorrere degli anni, soprattutto per la frizzantezza delle sue nottate, non troppo sobrie e caste.

St. Julian’s presenta comunque, per chi non è interessato alla vita notturna, numerose attrattive riguardanti la cultura, la storia, ma soprattutto i panorami mozzafiato.

San Giuliano è una delle mete più visitate dell’intera isola, ed è famosa soprattutto per l’area che prende il nome di Paceville, piccolo quartiere sovrabbondante di bar, ristoranti, locali notturni e discoteche. La night life di St.Julian’s attira ogni anno migliaia di turisti anche grazie ad alcuni dei migliori DJ-set di tutta Europa, e non solo durante la stagione estiva! Il clima mite di Malta permette ai suoi visitatori di non dover per forza recarsi sull’arcipelago durante l’estate, poichè si riesce a stare bene anche durante la maggior parte dell’anno.

Nella baia potrete trovare anche una lunga lista di attività divertenti per famiglie, tra centri sportivi, impianti dedicati alle immersioni, cinema e tanto altro!

8. Blue Grotto o Grotta di Calipso a Gozo

La grotta azzurra, è una delle attrazioni più visitate di Malta, e non per niente aggiungerei. Situata lungo la costa orientale di Malta, la grotta di Calipso è una formazione rocciosa davvero enorme.

La Blue Grotto è uno dei tanti esempi della bellissima formosità della natura di Malta, le acque che la circondano sono famose per le varie tonalità di blu del Mediterraneo che vengono riflesse sulla roccia creando uno scenario unico nel suo genere.

Purtroppo io non ho avuto la possibilità di fare la gita in barca, ma ho passato comunque una giornata favolosa a tuffarmi dal muretto liscio, in cui puoi tranquillamente stenderti a prendere un po’ di sole.

9. Le spiagge di Malta

Tra la lista delle migliori spiagge di Malta, al primo posto metterei senza dubbio quella di Blue Lagoon a Comino, poichè nonostante di spiaggia ve ne sia poca, il mare è uno dei più belli che io abbia mai visto (e abito in Sardegna!). Ve ne ho già parlato, quindi vado oltre.

La seconda che cito, questa volta non in ordine di preferenza, è Baia Riviera o Ghajn Tuffieha, a Mellieha, ed è una delle poche spiagge a Malta dotate di sabbia.

Questa spiaggia è frequentata maggiormente dalla gente del posto, nonostante ultimamente vi si può trovare anche una grande quantità di turisti (non per niente io l’ho visitata).

Un’altra fantastica spiaggia di Malta è la Paradise Bay (Baia Paradiso), caratterizzata dall’acqua cristallina e dal fondale bianco. Dal punto in cui ferma il pullman alla spiaggia, purtroppo c’è da camminare almeno per un km, ma ne vale la pena!

Un’altra grande spiaggia dorata, insieme a Baia Riviera, è la Golden Bay, che a differenza della Ghajn Tuffieha, è visitata praticamente solo da turisti. Sono stata anche qua, e diciamo che, nonostante prediliga la sabbia bianca, i riflessi del sole del tardo pomeriggio sulla sabbia dorata, mi hanno comunque lasciato un ricordo favoloso.

Insomma, vi ho elencato le più famose, ora fate voi!

10. Dingli Cliffs

Poco conosciuto ma imperdibile, le Dingli Cliffs sono state una scelta grandiosa.

Siamo stati sopra questo magnifico altopiano verso l’ora del tramonto… Inutile dirvi che sono rimasta affascinata, e non solo grazie al mio amore per i tramonti, ma perchè davvero, è stato uno spettacolo indimenticabile.

Le Dingli Cliffs si trovano a circa 250mt sopra il livello del mare, ed è uno dei punti più alti dell’intera isola.

Poco prima di raggiungere la vetta più alta, ci si può fermare a visitare la cappella dedicata a Santa Maria Maddalena, costruita nel 1646 nel punto in assoluto più alto di tutta Malta.

Un’ultima nota che voglio lasciare, è dedicata al Corinthia Hotels di St.George’s Bay, che ci ha ospitati (nel mio secondo viaggio a Malta), offrendoci i migliori comfort che potessimo chiedere per la nostra permanenza! Grazie, grazie, grazie!

Bene, mi sono scervellata per parecchie ore per cercare di non tralasciare niente di importante, e mi auguro ne sia valsa la pena.

(P.s: le foto di Marxalokk, Blue Grotto, St.Peter’s Pool e Blue Lagoon non sono mie, provvederò a cercare le mie al più presto e a sostituirle una volta ritrovate!)

Spero che queste informazioni vi tornino utili per il vostro prossimo viaggio a Malta! Buona giornata!🌅